Tempio di Giunone – Agrigento

L’intervento di consolidamento in oggetto riguarda l’unico tratto di architrave completo del tempio, formato da due blocchi accostati che costituiscono l’epistilio interno ed esterno, situato nei pressi dell’estremità ovest del colonnato nord. Si tratta di strutture interessate ampiamente da restauri precedenti: quello del 1947- 48 e nel 1978-81. L’intervento consiste nell’inserimento di una complessa struttura in acciaio, composta di diversi elementi, nello spazio esistente tra i due architravi, solidale e collaborante con le barre preesistenti, poggiata su piatti in acciaio poggiati sulle superfici d’appoggio dei capitelli ancora staticamente efficienti. L’obiettivo è quello di scaricare il peso dei blocchi di pietra su determinate porzioni di superficie d’appoggio attraverso il collegamento alla piastra utilizzando i perni. Si evita in questo modo che la pietra lavori a trazione e a taglio, trasferendo questi sforzi alla piastra, tornando a costituire di fatto nuovamente una struttura trilitica. La piastra inoltre risulta di non eccessivo impatto, essendo quasi interamente nascosta all’interno dei blocchi lapidei.

  • Anno: 2003-2005
  • Ubicazione: Agrigento
  • Committente: Parco della Valle dei templi di Agrigento
  • Prestazioni eseguite: Analisi del degrado strutturale e delle problematiche di dissesto, progettazione definitiva ed esecutiva degli interventi di consolidamento strutturale (colonnato settentrionale).
  • Coordinate: 37.291809,13.601046