Ex-Convento di Santa Caterina – Gaeta (LT)

Oggetto di intervento comprende il cosiddetto “costone”, ovvero la parete rocciosa lato mare del complesso medesimo, ed i manufatti ubicati sulla parete stessa. L’approccio di intervento seguito è volto al concetto del minimo intervento e della totale reversibilità ed è finalizzato a sanare le situazioni di precarietà sotto il profilo statico e del degrado dei materiali. Il progetto degli interventi di consolidamento e miglioramento sismico delle strutture del Complesso Monumentale dell’Ex Convento di Santa Caterina a Gaeta è stato suddiviso in più fasi: la I fase comprende le opere propedeutiche per l’accesso ai luoghi e messa in sicurezza, la II fase studi, rilievi geometrici e del quadro fessurativo, indagini quali carotaggi ed endoscopie sia su murature sia sulle fondazioni e saggi sugli intonaci e la III fase di progetto definitivo in cui sono stati prodotti tutti gli elaborati necessari per arrivare ad una “progettazione quanto più possibile consapevole” degli interventi. Infine nella IV fase è stato redatto il progetto esecutivo che ha seguito la logica inizialmente prescelta, ossia di un consolidamento dell’esistente unito alla ricostruzione di quanto recentemente crollato, utilizzando la struttura portante spaziale originale, opportunamente rinforzata, anche per garantire un più efficace comportamento nei confronti di un’eventuale azione sismica. Progetto di restauro, consolidamento e valorizzazione del complesso, funzionale a garantirne la conservazione e la pubblica fruizione.

  • Anno: 2005-2006
  • Ubicazione: Gaeta (LT)
  • Committente: Impresa Donati spa.
  • Prestazioni eseguite: Progettazione definitiva ed esecutiva degli interventi di consolidamento e di restauro.
  • Coordinate: 41.208297,13.589675